La domotica in cucina

<img src="images/" width="" height="" alt="your_alt">

Pensare alla domotica in cucina vuol dire fare riferimento a tutte le soluzioni tecnologiche pensate e sviluppate per automatizzare uno degli ambienti più vissuti della casa. Ne deriva una cucina che non è solo intelligente, ma anche social, nell’ambito di una smart home che è sempre più proiettata verso il futuro. L’Internet delle cose propone, per esempio, una gestione in sicurezza di tutti gli allarmi tecnici, che si tratti di fughe di gas o di fughe di acqua, in virtù di impianti domotici che garantiscono la massima protezione rispetto a eventuali conseguenze negative. In presenza di una fuga di gas, quindi, la domotica interviene direttamente chiudendo la valvola relativa in modo da interrompere la perdita, e avverte il proprietario di casa, in loco o in remoto a seconda dei casi. Non solo: gli apparecchi domotici più recenti sono addirittura in grado di aprire lucernai e finestre in automatico, così da favorire il ricambio di aria. E lo stesso vale in presenza di una fuga di acqua, con l’interruzione dell’erogazione della corrente elettrica, in previsione di possibili cortocircuiti.

Se ti piacciono i nostri articoli aiutaci a condividerli, a te non costa nulla, per noi è fonte di grande soddisfazione. Grazie
[juiz_sps buttons=”facebook, twitter, google, pinterest, mail”]

Questo è, ovviamente, solo uno degli esempi a disposizione. Ma, ricordando che il centro della cucina è rappresentato dal cibo,domotica+cucina <img src="images/" width="" height="" alt="your_alt">
non si può minimamente tralasciare questo aspetto: per esempio, con strumenti che cucinano in modo automatico il piatto che si vuole. Tutto quello che bisogna fare è selezionare la ricetta che si desidera tramite un’app e mettere a disposizione gli ingredienti necessari. Poi, più niente, perché la macchina pensa a tutto il resto, che si tratti di cuocere o di mettere il sale, di pesare o di dosare. E, naturalmente, c’è anche la possibilità di impostare l’orario a cui si vuole pranzare o cenare, così da avere il pasto caldo.

Un ruolo molto importante, poi, è svolto dai piani cottura, che diventano – a loro modo – social. Come? Con una cucina dallo schienale interattivo, così come interattivo è il piano a induzione, capace di connettersi ai social network, ma anche a un qualsiasi sito web – per esempio, a un sito che si occupa di cucina – o addirittura a una chat, così da entrare in una conversazione e scoprire le informazioni di cui ha bisogno. E, infine, in quanto a domotica non ci si può dimenticare del frigorifero: gli ultimi modelli sono muniti di bilance, ma soprattutto di porte USB, che consentono di controllare le quantità degli alimenti presenti per trasmettere le informazioni alle app ad hoc.

Davide Sarrecchia <img src="images/" width="" height="" alt="your_alt">

Davide Sarrecchia

Geometra, libero professionista, iscritto all'albo dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Roma, amante dell'architettura, del design di interni, di internet , di tecnologia e dei social in particolar modo di Google +, Pinterest e StumbleUpon.

More Posts - Website

Follow Me:
Twitter <img src="images/" width="" height="" alt="your_alt">Pinterest <img src="images/" width="" height="" alt="your_alt">Google Plus <img src="images/" width="" height="" alt="your_alt">

Written by Davide Sarrecchia

Davide Sarrecchia

Geometra, libero professionista, iscritto all'albo dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Roma, amante dell'architettura, del design di interni, di internet , di tecnologia e dei social in particolar modo di Google +, Pinterest e StumbleUpon.

Commenti

commenti